Digitale

Le startup possono giocare un ruolo importante nella digitalizzazione del Paese

Il contesto italiano

L’Italia resta indietro per livello di cultura digitale. Nell’indice digitale europeo Desi (Digital Economy and Society Index) per il 2018, si conferma 25° su 28, posizione che mantiene invariata dal 2015. Quello delle competenze digitali è un tema di portata strategica. Per il 2018, era stimato un fabbisogno di 85.000 nuovi specialisti, 65.000 dei quali per soggetti di primo impiego, più della metà laureati e per fabbisogni che possono essere soddisfatti solo in parte. Già ora esistono criticità per i profili di Data Scientist, Business Analyst, Project Manager, il Security Analyst e altri ancora, necessari per i progetti di Trasformazione Digitale.

Il principale freno all’adozione della tecnologia in aziende e istituzioni pubbliche è costituito, principalmente, dalla difficoltà – da parte di alcuni imprenditori – a comprendere le potenzialità offerte dalle soluzioni digitali e il modo in cui adoperarle.

In questo scenario, le startup possono giocare un ruolo importante per dare al Paese e alle imprese stesse un nuovo impulso. In Italia ne esistono numerose (a giugno 2017 ne risultano 7.398) ma la loro crescita non è ancora ottimale

Il nostro impegno

Promuovere una nuova cultura del digitale in modo sistemico, valorizzando economicamente le numerose idee imprenditoriali che sorgono in Italia in questo settore.

A titolo meramente esemplificativo, citiamo l’organizzazione – da parte di TILT – della prima missione italiana al CES di Las Vegas, sotto l’alto patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 

MORE INFO SULLE METODOLOGIE?

COMPILA IL FORM QUI A DESTRA OPPURE INVIACI UNA MAIL

MORE INFO SULLE OPPORTUNITÀ PER AZIENDE?